Literature · Poesie frammentate

Ed io non so chi voglio amare, frammento (Sandro Penna)

Cosa emerge dalla poetica di Penna? Una critica non aggressiva verso la moralità della società che non riconosce le sue naturali inclinazioni. Un eros delicato ma forte, fatto di sguardi rubati, desideri nascosti, e di una giusta rivendicazione del diritto di amare chi si vuole.

Literature · Poesia

Elogio della dimenticanza (Bertolt Brecht)

L’importanza della memoria e dell’oblio. Esse sono opposte e verosimilmente così somiglianti. due facce della stessa medaglia. Qua il poeta tedesco va a favore dell’oblio: “La fragilità della memoria dà forza agli uomini” scrive nei versi conclusivi. Una frase che racchiude tutta l’analisi dei versi precedenti. Se l’uomo non fosse in grado di dimenticare allora “Come farebbe il figlio ad allontanarsi dalla madre che lo ha allattato?”.

Literature · Poesia

Seguidilla (Paul Verlaine)

Nella poetica di Verlaine si nota una spiccata malinconia ed inquietudine, con tratti baudelariani. In lui si nota un impressionismo letterario, che unisce il suo animo poetico e musicale alla sua sensibilità visiva, creando così “l’arte totale” (Gesamtkunstwerk), teorizzata dal musicista tedesco Richard Wagner. Nella sua poesia ogni elemento della descrizione fa del paesaggio il simbolo autentico dell’anima sognatrice del poeta.

Literature · Poesie frammentate

Luce, frammento (Alda Merini)

Alda Merini (1931-2009) è stata una poetessa, aforista e scrittrice italiana. Ragazza sensibile e dal carattere malinconico, come la definì Giacinto Spagnoletti nell’opera “Poesia Italiana Contemporanea”, visse tra un padre colto e affettuoso e una madre severa e distante, che più volte tentò di impedirle di leggere i libri della libreria paterna.

Quadri

Il viandante sul mare di nebbia (Caspar David Friedrich) 1818

Il perfetto emblema del romanticismo: sublime e infinito. Quest’uomo di spalle che si trova proteso sull’orlo di uno sperone roccioso. Tutto il paesaggio è avvolto dalla foschia, ma lui, essendo in una posizione rialzata, può vedere il panorama. Un mare di nebbia, da cui sporgono cime più o meno imponenti. E guardando lontano, la nebbia confonde l’orizzonte con il cielo e viceversa.

Literature · Poesia

Rubat, Istanbul 1933 (Nâzim Hikmet)

Nâzim Hikmet ( Salonicco, Grecia 1902 - Mosca, Russia 1963) fu un poeta, romanziere, autore di teatro, saggista e giornalista turco naturalizzato polacco, definito “comunista e rivoluzionario romantico”. Visse molti anni in Unione Sovietica. Per la sua opposizione al regime di Kemal Atatürk trascorse dodici anni in carcere tra il 1938 e il 1950.

Citazioni e Frasi · Literature

Lo specchio dell’anima (George Bernard Shaw )

George Bernard Shaw (Dublino, Irlanda 1856 – Ayot St Lawrence, Inghilterra 1950) è stato uno scrittore, drammaturgo, linguista e critico musicale irlandese. Nel 1925 vinse il Premio Nobel per la letteratura, e nel 1939 ricevette l'Oscar alla migliore sceneggiatura non originale per il film Pigmalione, ispirato alla sua omonima commedia.

Citazioni e Frasi · Literature

Dio e la morale (Dostoevskij)

Lo scrittore allude qui all’insostenibile banalità della morale religiosa e sembra voler sottolineare come la fede sia sinonimo di valori e diritti, e che, senza di essa, gli uomini si ritrovino in una più che completa amoralità. Tutto diviene così un’opinione personale, il cui contrario ha lo stesso valore della prima, in quando non vi è un massimo giudizio universalmente accettato.

Literature · Poesia

Il porto sepolto (Giuseppe Ungaretti)

Giuseppe Ungaretti (1888-1970) è stato uno scrittore e poeta italiano. Considerato massimo esponente dell’ermetismo, il poeta venne influenzato in particolar modo dai simbolisti francesi che conobbe a Parigi. Ungaretti concepì la poesia come strumento della conoscenza della realtà, come gli stessi decadenti e simbolisti, che permette di arrivare all’armonia tra uomo e universo. Nella sua poesia è individuabile un percorso interiore del poeta, che da un’iniziale angoscia esistenziale scopre la fede in Dio. Le sue opere divengono così messaggio di speranza, di ricerca, di una ritrovata calma interiore, in cui ha grande importanza l’esperienza vissuta dal poeta in guerra.

Literature · Poesie frammentate

Poesia dei cantori e delle parole poetiche, frammento (Walt Whitman)

Personalmente considero Walt Whitman un poeta estremamente attuale, che attraverso i suoi versi ci pone davanti ad uno specchio, permettendoci di conoscerci, scoprirci ed analizzarci. Un poeta che non si può non conoscere e non apprezzare per le importanti innovazioni poetiche a cui ha contribuito in America. Le sue parole evocano stati d’animo, sensazioni ed emozioni, arrivando al difficile tema dell’individuazione dell’anima, della sua essenza e natura, tema molto caro al poeta.

Literature · Poesia

Piaceri (Bertolt Brecht)

Qui il poeta tedesco allude a tutti i piccoli piaceri della vita, dalla lettura di un quotidiano alla musica antica, per arrivare poi alla scrittura e all’essere cordiali. Tutte piccole attenzioni che spesso dimentichiamo poichè intrappolati in una vita di scadenze. Il piacere si ritrova perciò qui, nei dolci momenti della vita nella quale ci fermiamo a contemplare ciò che ci circonda e a coltivare i nostri interessi. Un piccolo promemoria quotidiano, per liberarci dallo schematismo e dalla monotonia di tutti i giorni.

Citazioni e Frasi · Literature

L’incertezza (Henri Frédréric Amiel)

Henri-Frédéric Amiel (1821-1881) è stato un filosofo, poeta e critico letterario svizzero. Nato in una famiglia calvinista, la religione lo accompagnò durante tutta la sua vita, impedendogli talvolta di aderire a dei pensieri filosofici lontani da questo. Diventò professore universitario, dapprima di estetica, e successivamente di filosofia. Durante la sua vita si limitò alla pubblicazione di piccoli volumi in versi, saggi e alcune traduzioni poetiche. Conquistò la fama dopo la morte grazie alla pubblicazione del suo “Journal intime”, in cui racconta i suoi stati di ansia e solitudine, e la continua ricerca di una verità introvabile e inafferrabile.

Literature · Poesia

Ogni caso (Wislawa Szymborska

Wislawa Szymborska (1923-2012) è stata una poetessa e saggista polacca. Fu insignita del Premio Nobel nel 1966. Le sue opere sono contraddistinte dall’utilizzo del verso libero e di espedienti retorici quali l’ironia, il paradosso, la contraddizione e la litote per trattare temi filosofici e ossessioni da essa derivanti che riflettono ampi enigmi personali, morali, etici ed esistenziali.

Literature · Poesia

Pensiero (Alda Merini)

Alda Merini (1931-2009) è stata una poetessa, aforista e scrittrice italiana. Qui poetessa si interroga sulla natura del proprio pensiero, interrogandolo e attendendo delle risposte. Ogni emozione è sempre il primario stimolo del pensiero. Pensare ci contraddistingue, ma allo stesso tempo ci rende simili. Ci permette di riscoprirci ogni giorno, nel bene e nel male. Ci permette di essere liberi, ci rispecchia. Può portarci alla follia o liberarci da essa.

Literature · Poesia

Eterno (Giuseppe Ungaretti)

Giuseppe Ungaretti (1888-1970) è stato uno scrittore e poeta italiano. Considerato massimo esponente dell’ermetismo, il poeta venne influenzato in particolar modo dai simbolisti francesi che conobbe a Parigi. Ungaretti concepì la poesia come strumento della conoscenza della realtà, come gli stessi decadenti e simbolisti, che permette di arrivare all’armonia tra uomo e universo. Nella sua poesia è individuabile un percorso interiore del poeta, che da un’iniziale angoscia esistenziale scopre la fede in Dio. Le sue opere divengono così messaggio di speranza, di ricerca, di una ritrovata calma interiore, in cui ha grande importanza l’esperienza vissuta dal poeta in guerra.

Literature · Poesia

Gli animali del circo (Wislawa Szymborska)

Wislawa Szymborska (1923-2012) è stata una poetessa e saggista polacca. Fu insignita del Premio Nobel nel 1966. Le sue opere sono contraddistinte dall’utilizzo del verso libero e di espedienti retorici quali l’ironia, il paradosso, la contraddizione e la litote per trattare temi filosofici e ossessioni da essa derivanti che riflettono ampi enigmi personali, morali, etici ed esistenziali.

Literature · Poesia

Nulla due volte (Wislawa Szymborska)

Wislawa Szymborska (1923-2012) è stata una poetessa e saggista polacca. Fu insignita del Premio Nobel nel 1966. Le sue opere sono contraddistinte dall’utilizzo del verso libero e di espedienti retorici quali l’ironia, il paradosso, la contraddizione e la litote per trattare temi filosofici e ossessioni da essa derivanti che riflettono ampi enigmi personali, morali, etici ed esistenziali.

Citazioni e Frasi · Literature

L’indifferenza e la morte (Anton Pavlovič Čechov)

Anton Pavlovič Čechov (1860-1904) è stato uno scrittore e drammaturgo russo, autore di famosi racconti tra i quali ricordiamo “La Steppa”, “Dal Barbiere”, e “Il grasso e il magro”. Considerato il padre del moderno teatro russo fu in grado di creare una drammatica atmosfera di incomunicabilità in grado di proporre una critica sociale e morale.

Citazioni e Frasi · Literature

Definirsi (Oscar Wilde)

Oscar Wilde (1854-1900) è stato un poeta e scrittore irlandese facente parte della corrente dell’Estetismo. Il linguaggio da lui utilizzato è semplice e diretto, spesso provocatorio e scarno. Questi volle fare della propria vita un’opera d’arte attraverso una visione del mondo estetizzante, al fine di dimostrare come solo questa permettesse di condurre una vita degna di essere vissuta. 

Citazioni e Frasi · Lettere

La mente e l’ignoto (René Magritte)

René Magritte (1898-1967) è stato un pittore surrealista belga. Egli volle rappresentare la realtà non per interpretarla ma per mostrarne i misteri e l’indefinitezza, volendo dunque alludere al tutto come non un complesso non definibile. Lo stile del pittore fu definito “illusionismo onirico”: utilizzò accostamenti inconsueti e deformazioni irreali al fine di far interpretare l’osservatore.

Citazioni e Frasi · Literature

Occhi e anima (Amedeo Modigliani)

Amedeo Modigliani (1884-1920) fu un pittore e scultore italiano, ricordato in particolar modo per i ritratti femminili dai volti stilizzati e i colli affusolati, oltre che dalla mancanza degli occhi: da qui la celebre frase sopra riportata. Egli fu ritenuto un artista “maledetto” per la sua condotta di vita bohémien, che potrebbe svelare la personalità dandy dell’artista, sempre in contrasto e diviso tra ciò che è stato e ciò che sarà, e la cui opera fu costantemente proiettata verso il futuro con risolutezza espressiva.

Literature · Poesie frammentate

Straordinario, frammento (Bertolt Brecht)

Bertolt Brecht (1898-1956) è stato un poeta e drammaturgo tedesco naturalizzato austriaco. Fu influenzato dalla fede protestante della madre che lo indirizzò in studi culturali e linguistici, e la sua infanzia fu caratterizzata da frequenti problemi di salute. Inizialmente influenzato dal dadaismo, dal futurismo e dall’espressionismo egli concepì la poesia come strumento di azione e insegnamento. Il poeta trattò principalmente fatti di cronaca, e non venne perciò ricercata una raffinatezza stilistica.

Libri e romanzi a piccole dosi · Literature

Prefazione de “Il ritratto di Dorian Gray”

È così che comincia il celebre romanzo di Oscar Wilde (1854-1900), poeta e scrittore irlandese facente parte dell’Estetismo. Il linguaggio da lui utilizzato è semplice e diretto, spesso provocatorio e scarno. Questi volle fare della propria vita un’opera d’arte attraverso una visione del mondo estetizzante, al fine di dimostrare come solo questa permettesse di condurre una vita degna di essere vissuta.

Lettere · Literature

Lettera di Abraham Lincoln all’insegnante di suo figlio

Abraham Lincoln fu un politico e avvocato statunitense e il 16esimo presidente Usa, il primo appartenente al partito repubblicano. Pose fine alla schiavitù con la ratifica del XIII emendamento della costituzione a stelle e strisce nel 1865. Dalla lettera si denota l’importanza data alla figura dell’insegnante e alla formazione, dove la scuola diviene guida morale e sociale.

Literature · Poesia

Forse la mia ultima lettera a Mehmet (Nâzim Hikmet)

Nâzim Hikmet (1902-1963), poeta e scrittore turco, scrisse nel 1955, in occasione dell’esilio nell’URSS dove si rifugiò clandestinamente in seguito a 12 anni di prigione per attività politica contro lo stato turco di Kemal Ataturk, una poesia dedicata a suo figlio Mehmet, nato nel 1951. Qui è possibile osservare il carattere indomabile di Hikmet espresso dall’ l'insopprimibile ottimismo e dalla fiducia nella vita. Il poeta invita così suo figlio ad amare gli uomini e la vita stessa.

Literature · Poesie frammentate

Carme VIII, frammento (Catullo)

Catullo è stato un poeta romano nato a Verona nel 84 a.C e morto a Roma nel 54 a.C. I suoi versi sono particolarmente elaborati e curati, e le poesie rifinite e raffinate. Noto per l’intensità delle passioni amorose egli fu uno degli innovatori dello stile poetico. Si distaccò dalla poesia epica, considerata dal poeta ripetitiva e dipendente dalla quantità e non dalla qualità, e si avvicinò ad uno stile volto all’evocazione di sentimenti ed emozioni profonde nel lettore.

Literature · Poesia

Fratelli (Giuseppe Ungaretti)

Giuseppe Ungaretti (1888-1970) è stato uno scrittore e poeta italiano. Considerato massimo esponente dell’ermetismo, il poeta venne influenzato in particolar modo dai simbolisti francesi che conobbe a Parigi. Ungaretti concepì la poesia come strumento della conoscenza della realtà, come gli stessi decadenti e simbolisti, che permette di arrivare all’armonia tra uomo e universo. Nella sua poesia è individuabile un percorso interiore del poeta, che da un’iniziale angoscia esistenziale scopre la fede in Dio. Le sue opere divengono così messaggio di speranza, di ricerca, di una ritrovata calma interiore, in cui ha grande importanza l’esperienza vissuta dal poeta in guerra.

Literature · Racconti

I giorni perduti (Dino Buzzati)

Dino Buzzati (1906-1972) è stato uno scrittore e poeta italiano. È considerato assieme a Italo calvino e Tommaso Landolfi uno dei più grandi scrittori fantastici del Novecento Italiano. In questo racconto permane l’atmosfera angosciante e misteriosa, che viene creata da un ambiente imprecisato e dalla presenza di uno sconosciuto che porta via i nostri “Giorni Perduti”, sparendo poi con esse. L’uomo privato delle casse appare così superficiale, sia per non aver goduto del tempo prezioso con i propri cari a causa di lavoro e altri impegni, sia per la proposta, alla fine del racconto, di uno scambio tra quei 3 giorni e del denaro. Il finale rimane così silenzioso, avvolto dalle nostre riflessioni riguardo al tema trattato e alla paura di poterci un giorno ritrovare nella situazione dell’uomo del racconto.

Literature · Poesia

L’Infinito (Giacomo Leopardi)

La famosa poesia del poeta di Recanati ci riporta alla descrizione dello stato d’animo provato dallo stesso durante la contemplazione dell’ “ermo colle”, che scatena in lui grandi riflessioni e al contempo una grande tranquillità mentale. L’indefinitezza è una chiave importante della poesia, resa percepibile dall’utilizzo del gerundio presente dei verbi “sedendo e mirando”, oltre che dai “sovraumani silenzi” e dall’ “infinito silenzio”. I tre temi sono lo spazio infinito, il tempo e il silenzio, affrontati in due momenti: la poesia è infatti suddivisibile in due parti. Nella prima è possibile percepire un senso di inquietudine dato dagli “indeterminati spazio” o dai “sovraumani silenzi”, mentre nella seconda un senso di appagante dolcezza e “profondissima quiete”.